Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Il bustese Ivan Rondanini al Padova: "Voglio dimostrare di meritare questa categoria"

Dopo sole tre giornate di campionato nel girone B di Lega Pro vi è una squadra, il Padova, che ha collezionato altrettante vittorie, l’ultima delle quali un remake di categorie ben più importanti, con il  Modena.

Nella formazione veneta allenata da Salvatore Sullo, troviamo Ivan Rondanini, giocatore natio di Busto Garolfo, giunto quest’anno nella città patavina per dare nuovo impulso alla sua già brillante carriera. Dopo le traversie patite a causa dei suoi diversi infortuni, Ivan ha finalmente potuto trovare un ambiente stimolante, una piazza che vive per il calcio e che aiuta i giocatori ad inserirsi in una città che al calcio ha dato e avuto molto.

L’inizio stagione così positivo ha sorpreso molti ma non il giocatore bustese che infatti descrive il momento che il Padova sta attraversando con parole cariche di gratitudine: «Sono onorato di vestire questa gloriosa maglia e di rimettermi finalmente in gioco, qui a Padova ho trovato il clima giusto per esprimermi sui livelli a me abituali. Sullo è tecnico bravo e capace, un tecnico che sa cos’è il calcio  vero, essendo stato in passato il secondo di Ventura. La rosa è estremamente competitiva, per ogni ruolo ci sono due/tre giocatori ma tra noi non c’è rivalità, solo tanto impegno per poter vestire la maglia biancorossa la domenica. Ora che sto bene fisicamente, voglio dimostrare di meritare questa categoria, ho patito come sempre il caldo ma con l’arrivo della stagione più fresca penso di poter rendere ancora di più. Domenica ci sarà il big-match col Carpi secondo in classifica, ci aspetta una partita tosta e, se chiamato in campo, darò tutto ciò che è nelle mie possibilità, Padova ed il Padova lo meritano».

(Sergio La Torre)