Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Vito Laudani istruttore di calcio in Africa

Tanti anni di calcio alle spalle, prima come giocatore, poi come tecnico, un’esperienza internazionale di alto livello che l’hanno portato in giro per il mondo a diffondere il verbo del calcio, questo è Vito Laudani, istruttore legnanese ora di nuovo rimessosi in gioco per un progetto che lo vedrà tornare in Africa e più precisamente nel Congo RD.

     E’ proprio Vito ad illustrarci il suo piano di lavoro: “Torno con tanto entusiasmo in Africa ma questa volta non per allenare ma per un progetto a livello nazionale dal nome PROJET AFROTEAM POUR LA PRESIDENCE. In pratica dovrò organizzare dei corsi di METODOLOGIA DELL'ALLENAMENTO per Istruttori di calcio giovanile. Per questo sono state selezionate le migliori scuole calcio del paese, ne sono state individuate una trentina, dove io andrò a tenere dei corsi, un po' quello che già avevo fatto quando ero in Spagna per il Milan. Un progetto importante, dove il Presidente con il suo governo è coinvolto personalmente, il direttore del progetto è Malù Mpansikatu.
Il contratto è di quattro mesi e partirà a febbraio, dove io dovrò formare 30 istruttori, ognuno di essi dovrà poi fare lo stesso nel centro in cui sarà destinato, mi hanno chiesto di utilizzare la mia metodologia LUDENDO DOCERE, praticamente ciò che ho fatto con Ujana, anche se li ero Allenatore dei calciatori, qui sarò l'Allenatori degli istruttori. Terminati i quattro mesi di corsi tornerò a casa per poi ritornare di nuovo in Congo per altri corsi perchè l’idea è quella di aprire ben 120 centri federali e tutti che abbiano la stessa tipologia e filosofia di lavoro.
Alleno dal 1985, ho allenato quasi sempre nei settori giovanili dilettantistici, tre campionati in seconda categoria, poi nel 2006 sono stato chiamato in Spagna per conto dell’A.C. MILAN, come tecnico-coordinatore dell'Academy di Avila, dove ho collaborato per quasi cinque anni, sia per il Milan che in scuole di calcio di altre società. Nel 2010 vado come secondo di Pasquale Padalino alla Nocerina calcio in Lega Pro, poi al Vigevano calcio come coordinatore del settore giovanile e istruttore degli allievi 98. infine nel 2015-2016, collaboro con un club Congolese, l’A. C. UJANA e, dopo aver contribuito, a livello tecnico e non solo, alla nascita dell'Academy, ho allenato sia l'under 19, sia la prima squadra che militava in serie A, facendo sei partite e con l'under 19 ho partecipato al torneo di Viareggio vincendo il mio gruppo, di cui facevano parte Cagliari, Ascoli e Milan
”.

La chiosa finale la dice tutta su come le cose nel calcio non sempre vadano nel verso giusto: “L’essere stato chiamato direttamente dal governo congolese mi gratifica molto e dimostra quanto il mio lavoro sia apprezzato all’estero, cosa che non sono riuscito ad avere nella mia città e comunque solo in parte nel mondo del calcio nazionale, Da legnanese sono orgoglioso di rappresentare la mia città in giro per il mondo”.

(Sergio La Torre)