Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Quattro fratelli, un’unica passione: quella del calcio

Giuseppe Rossi con il tecnico del Milan, Stefano Pioli


      Potrebbe sembrare una storia come tante ed invece quella della famiglia Rossi è una storia che va raccontata per filo e per segno partendo dai campi di calcio di Tramonti sulla Costiera Amalfitana dove mosse i primi calci papà Giuseppe. Non una carriera da copertina la sua, il calcio è quello della prima categoria campana fatto di campi sterrati e agonismo allo stato puro ma è da qui che inizia quella che poi diviene una passione per l’intero nucleo famigliare che nel frattempo si trasferisce a Legnano e cresce di numero. Papà Giuseppe, per quei pochi che non lo conoscono, è titolare, insieme al fratello Aniello, del ristorante La Conchiglia di Legnano, nel suo locale si respira calcio e sudore, ad ogni angolo sono appese in bella mostra le magliette dei più famosi giocatori che hanno calcato i campi del nostro campionato e spesso capita di incrociare qualche volto famoso.

Nel 1992 nasce Daniel, il maggiore dei quattro fratelli, cresce nel settore giovanile della Roncalli, veste la maglia del Legnano prima di passare in Svizzera al Bellinzona e successivamente si trasferisce al Verbano, ora indossa la maglia del Portichetto in prima categoria. Difensore arcigno ha nella grinta la sua maggior qualità, cosa che riesce evidentemente a trasmettere ai ragazzini classe 2009 dell’Academy Legnano che attualmente allena con grande successo avendo vinto il proprio campionato invernale.

Nel 1995 viene alla luce Alex, anche per lui primi passi mossi nella Roncalli prima di trasferirsi al Legnano e passare successivamente alla Vergiatese. Alex, che ricopre il ruolo di centrocampista ed attualmente milita nel Samarate, è sicuramente dei quattro fratelli il più dotato di intelligenza tattica, dote che gli viene riconosciuta da tutti gli addetti ai lavori.

Siamo arrivati nel 2003, anno in cui viene al mondo Christian, settore giovanile della Roncalli anche per lui prima di trasferirsi al Legnano, quindi Pro Patria e Suno. Attualmente milita negli allievi elite dell’Aldini Milano dove ricopre il ruolo di portiere e dove sta mettendosi in luce per le sue grandi doti atletiche che ne fanno uno dei cardini di questa formazione.

Infine Samuel, classe 2006, centrocampista dalle grandi qualità tecniche, cresce nella Roncalli prima di vestire le maglie di Legnano, Pro Patria e Atalanta. Impegnato in questa stagione con i giovanissimi nazionali del Monza dove sta disputando una grande stagione.

Una breve storia dunque, quella di quattro fratelli che condividono lo stesso amore sportivo, una storia di quelle che è piacevole anche solo scriverne, dove calcio e lavoro si mischiano per un connubio di successo, dove il tifo (unica eccezione Daniel di fede juventina) è tutto, ovviamente, di marca napoletana.

Una storia che naturalmente è solo all’inizio.

 

(Sergio La Torre)