Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Rescaldina: approvato il DUP, critiche le opposizioni

Via libera al documento unico di programmazione. La maggioranza targata Vivere Rescaldina e Noi X ha approvato il DUP: l'atto che detta le linee guida dell'amministrazione e le declina in azioni concrete. Per Vivere Rescaldina quello che ha avuto il sì del consiglio comunale di venerdì scorso era il «DUP migliore possibile».

I PUNTI CHIAVE DEL DOCUMENTO - Tanti i punti che sono toccati nel documento, lungo e articolato. Vivere Rescaldina pone l'accento su alcuni temi: la città dei bambini; l’iniziativa della “casa sociale” che integra in un solo luogo l’ascolto, l’accompagnamento e la cura delle persone con specifiche fragilità; la centralità delle scuole con la nuova scuola materna di Rescalda e con le ristrutturazioni delle altre scuole; la valorizzazione degli edifici storici; la centralità della Polizia Locale come riferimento per i cittadini: aumento del personale, della strumentazione e della presenza degli agenti sul territorio, anche la domenica; la cura dello sport con aumento della fruibilità degli impianti sportivi grazie a specifiche riqualificazioni delle strutture e corsi di formazione per le società sportive; la cura del paese con un nuovo appalto di igiene urbana e per la cura del verde, con la riqualificazione di tutta l’illuminazione pubblica e con la cura alla manutenzione di edifici, strade e parchi.

IL COMMENTO DEL SINDACO IELO - «Un documento che tratteggia i punti centrali del pensiero di Vivere Rescaldina - spiega il sindaco Gilles Ielo - e contiene novità importantissime per il nostro paese, che miglioreranno la vita dei nostri concittadini». «Il tutto naturalmente con lo stile di trasparenza e partecipazione che sono da sempre il DNA di Vivere Rescaldina - conclude il primo cittadino - in un paese e una comunità attenta a tutti, che non lascia indietro nessuno».

LA POSIZIONE DELLA MINORANZA - Entrambi i gruppi di opposizione, Centrodestra Unito e Movimento 5 Stelle, hanno riconosciuto nel DUP proposto dalla maggioranza spunti validi e interessanti, ma... Ma non mancano i ma. Le due forze hanno anche sottolineato i limiti e le criticità di questo documento.

Il Centrodestra, attraverso la capogruppo Mariangela Franchi, bolla il DUP come «un documento che, di fatto, non risponde alle esigenze della popolazione». E non lo farebbe su più fronti: quello degli anziani («grandissima lacuna considerando che sono la fascia maggioritaria della popolazione rescaldinese»), del sostegno ai disabili e delle famiglie formate da una o due persone, della gestione delle politiche giovanili («bisognerebbe spingere per chiudere il gap tra offerta delle aziende del territorio e domanda di lavoro dei nostri giovani con laboratori professionalizzanti basati su necessità della zona»), della gestione del verde pubblico e delle piste ciclabili («lodevoli ma fatte male e in zone sbagliate»).

Critico anche il capogruppo pentastellato Massimo Oggioni: «il DUP è certamente pieno di ottimi spunti, ma spunti che rimarrano su carta e che difficilmente saranno tradotti in realtà». Al netto degli spunti positivi il M5S non perdona due "peccati originali" all'amministrazione: l'ampliamento Auchan (che contrasta, nelle parole di Oggioni, con le intenzioni su carta di tutela dell'ambiente e del commercio locale) e la nuova scuola materna di Rescalda («noi contestiamo la sua realizzazione, non perchè siamo contrari alla risoluzione del problema, ma al modo in cui viene affrontato: la cifra messa in campo di 2,5 milioni è spropositata e esistono soluzioni alternative come l'asilo ora in gestione alle suore»).

(Chiara Lazzati)