Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Vitali fa il bis: parte la seconda camminata per la fibromialgia

Nel 2018 aveva deciso di camminare lungo la via Francigena, da Pavia a Roma. E di dedicare questa avventura a chi soffre di fibromialgia per gettare una luce su questa sindrome ancora sconosciuta ai più. L'impresa ebbe successo e l'affetto ricevuto dai fibromialgici fu travolgente. Così, a distanza di un anno, Christian Vitali, consigliere comunale 34enne di Parabiago, è di nuovo in cammino. Il conto alla rovescia è ormai giunto al termine: la partenza è fissata per domani, sabato 27 aprile.

Indossati nuovamente gli scarponcini e con lo zaino in spalla, Vitali ha davanti a sè 180 km sulla Magna Via Francigena, da Palermo ad Agrigento. Il viaggio questa volta non sarà in solitaria: con lui ci saranno anche persone che soffrono di fibromialgia, loro amici, parenti e persone che appoggiano l'iniziativa. Il cammino nasce dalla collaborazione dell'Associazione Italiana Sindrome Fibromialgica nazionale e la sede di Bagheria con l’Associazione amici dei Cammini Francigeni di Sicilia, la Scuola di specializzazione in medicina dello Sport dell’Università di Palermo, BCsicilia e l’Associazione Neava Onlu.

«Sono davvero incredulo. Non ci credo ancora a quello che sta succedendo - ci racconta al telefono Chistian Vitali, arrivato oggi, venerdì 26, a Palermo, dove ha incontrato l'AISF di Bagheria e Palermo -.Sto vedendo queste ragazze che con energia stanno organizzando tutto, mettendoci l'anima. Non potevo non esserci».

Da parte di Parabiago, nei giorni scorsi, l'in bocca al lupo da parte di tutto il consiglio comunale a Vitali.

(Chiara Lazzati)