Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Ultima giornata a Bustofolk2019

Domenica 15 settembre, un intenso programma attende i visitatori nell’ultima giornata a Bustofolk2019.

I concerti del pomeriggio apriranno alle 16:00 con “A ta l’ho dì talo”  (Lombardia)che torna agrande richiesta  con un nuovo progetto che coinvolge i ragazzi delle scuole Bustocche sotto la guida del Maestro Fabio Gallazzi e di Umberto Rosanna, con gli splendidi testi in lingua bustocca di Ginetto Grilli.  

A seguire, sul palco i New Road  per un viaggio nella storia della musica della loro Irlanda. 
Alle 19:00 per la prima volta a Bustofolk un altro grande nome dell’Arpa Celtica in Italia, Katia Zunino con tutta la dolcezza e la magia di questa talentuosa artista. 

Alle 20:30 la cultura lombarda e irlandese si fondono con i  Polverfolk , storica band che ha saputo rinnovarsi negli oltre 30 anni di esistenza. Proporrà un repertorio di ballate irlandesi, bretoni e scozzesi, senza disdegnare brani da danza per gli amanti del ballo.

Alle 22.00  torna, dopo l’esibizione,  sorpresa di sabato,  la leggendaria band bretone SONERIEN DU che chiuderà il festival con uno speciale tributo ad Alessandra Tozzi - amica, scrittrice, studiosa, ballerina e fondatrice dei Gens d’Ys, scomparsa a Gennaio. 

         Alle 14.00  riprendono gli appuntamenti con gli stage di danza, tutti in pista per scoprire “Irish Two Hands”divertenti coreografie ed intrecci a quattro mani, ispirati a performances da palcoscenico, ma facili da imparare e alle 17:00 un salto nel panorama della danze Bretoni dai ritmi precisi con coordinazione braccia/gambe, capacità di muoversi nel proprio spazio, ma interagendo con il gruppo.

Balli a coppie,  o  di gruppo con un mix di passi ed intrecci: sembrano complesse ma in realtà tutte  semplici da imparare.  (a cura di Gens d’Ys nell’area stage a partecipazione libera).

Ma Bustofolk non è solo musica, ma anche divertimento,adulti e bambini, anche nel corso di domenica, avranno modo di  lavorare ad un laboratorio di archeologia nella ricostruzione  di uno scheletro, si avvicineranno alle tecniche di disegno celtico o al suono magico dell’arpa, sceglieranno tra i segreti della palla ovale o  approfondiranno i giochi della tradizione bustocca.

Da segnalare altri importanti appuntamenti del pomeriggio: la Premiazione della quinta edizione del concorso letterario “Pagine Folk” che quest’anno ha sviluppato il tema “The moon – la luna ”uno degli elementi sacri del passato ma, ancora oggi molto attuale, in ricordo dei cinquanta anni dal primo allunaggio (ore 14:30) .

La conferenza del Professor Giulisano dedicata alla scrittrice Alessandra Tozzi o la mostra dedicata a “La Giöbia per riscoprire la storia e le antiche tradizioni celtico lombarde.

Tante curiosità, tutte da scoprire, all’interno del mercato artigianale.

Anche Il pubblico più goloso potrà approfondire il piacere della cucina. Durante la manifestazione, nell’area ad accesso gratuito, saranno, infatti, presenti i “food truck” con specialità enogastronomiche e non mancheranno le più classiche delle bevande: la birra, esclusivamente prodotta da tre birrifici artigianali e l’immancabile idromele. A Bustostolk non si interrompe mai la magia!!