Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

15 premiati dalla Polizia locale per i Giochi della Gentilezza

  • CRONACA / PERO
  • giovedì 26 settembre 2019
  • 403 Letture

Un verbale, ma non per sanzionare. Anzi, per riconoscere il buon comportamento tenuto da un cittadino. Una bella iniziativa quella che si è svolta il 20 e 21 settembre a Pero intitolata ‘Il gioco della Promazione’, organizzata nell’ambito della quarta Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza. In questi due giorni la Polizia locale guidata dal comandante William Rossini ha stazionato lungo la via Sempione dalle 17 alle 18 premiando quindici tra adulti e ragazzi che hanno tenuto un comportamento gentile.

Il verbale rilasciato recava la dicitura ‘Premiazione per aver compiuto  un comportamento corretto’  con le varie azioni che si potevano prevedere. Nella fattispecie sono stati premiati  cinque ragazzi che hanno raccolto un rifiuto da terra, cinque conducenti di auto che si sono fermati per lasciare attraversare i pedoni sulle strisce, due adulti che hanno aiutato una persona in difficoltà ad attraversare la strada e tre ragazzi che hanno rispettato le regole, scendendo dalla bicicletta per attraversare la strada. 

“Per il primo anno il comune di Pero ha aderito alla Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza – ha commentato l’assessore alle Attività Culturali Stefania Marano – Sono stati organizzati dal CSBNO all’interno dei tre giorni di ‘Pero in festa’ molti appuntamenti rivolti ai bambini e ai ragazzi con l’obiettivo di lasciare dei semini di gentilezza. Un particolare ringraziamento va al CSBNO per l’organizzazione e alla Polizia locale che , in questi giorni, ha comminato quindici cosiddette ‘promazioni’. Oltre ai volontari della Protezione Civile sempre presenti. Un’opportunità utile per rafforzare comportamenti positivi dei cittadini incentivando le azioni di cittadinanza attiva. Credo che la condivisione di regole e valori positivi porterà un cambiamento a beneficio di tutta la comunità”.