Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

La Polizia Locale di Arconate "divorzia" da Busto Garolfo

La Polizia Locale di Arconate si separa da Busto Garolfo per attivare un comando autonomo. La decisione di sciogliere la convenzione tra i due Comuni per il servizio associato è stata annunciata in un’assemblea pubblicata convocata per mercoledì 25 settembre dall’Amministrazione Calloni.

La scelta della Giunta arconatese è già stata comunicata all’Amministrazione di Busto Garolfo, guidata dal primo cittadino, Susanna Biondi: sarà formalizzata nella Conferenza dei Sindaci dei due paesi e ratificata nel Consiglio comunale di Arconate, previsto per lunedì 30 settembre. 

     «Si tratta di una decisione difficile e importante – dichiara il sindaco Calloni – che avevamo annunciato già a febbraio, all’inizio della campagna elettorale. L’obiettivo è quello di garantire più sicurezza in paese e un controllo più intenso del territorio. Purtroppo ci siamo accorti che la convenzione con Busto Garolfo, sotto certi aspetti, non ha dato gli esiti sperati. I cittadini, in questi anni, hanno percepito come lontani i nostri agenti. È mancata la figura del vigile presente in paese, pronto a intervenire. Ecco perché, d’ora in avanti, proseguiremo da soli».

Nel frattempo, per garantire una transizione ordinata e una ripartenza senza intoppi, il Comune ha già attivato tutte le procedure burocratiche volte all’individuazione del personale necessario.

Il futuro comando arconatese potrà contare su 4 dipendenti: il nuovo comandante, due agenti e un collaboratore amministrativo, chiamato a gestire tutta la parte burocratica dell’ufficio. Attualmente il bando di mobilità per l’assunzione del nuovo ufficiale è aperto: la scadenza è fissata per giovedì 10 ottobre. Già individuato, invece, il nuovo collaboratore amministrativo. È pronto a trasferirsi ad Arconate anche un altro agente che, sempre tramite mobilità, sostituirà la vigilessa De Luca: si attende il nulla osta definitivo da parte del Comune di provenienza

«Voglio ringraziare il Comune di Busto Garolfo – prosegue il sindaco Calloni – per il percorso che abbiamo condiviso e per la fattiva collaborazione. Senza il loro aiuto è probabile che, nel 2014, di fronte alla situazione disastrosa ereditata dalla precedente Amministrazione, Arconate non sarebbe riuscita da sola a garantire il servizio. Inoltre non dobbiamo pensare che riportare il comando dei vigili ad Arconate equivalga a risolvere tutti i problemi di sicurezza di questo paese. Si tratta di un passo certamente importante, che però da solo non è sufficiente. Serve la collaborazione di tutti - cittadini, associazioni, istituzioni e forze dell’ordine – per poter arrivare a risultati davvero significativi».

Per garantire un percorso ordinato e senza criticità, Busto Garolfo accompagnerà la transizione di Arconate per 3 mesi dopo lo scioglimento formale della convenzione in Consiglio comunale. Questo significa che il nuovo comando arconatese sarà nei fatti operativo a partire dal 1 gennaio 2020. «Crediamo molto nei nostri agenti e nei nuovi dipendenti che arriveranno in comando – conclude Calloni – e siamo fiduciosi che, insieme, si possa costruire un nuovo percorso vincente. A tutti l’augurio sincero di buon lavoro».