Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Rinegoziazione dei mutui: il Comune risparmia 120mila euro all’anno

  • CRONACA / RHO
  • mercoledì 09 ottobre 2019
  • 128 Letture

Con il nuovo piano sui mutui MEF sono diminuiti gli interessi da un tasso medio del 4,73% a un tasso medio dello 0,17%. L’amministrazione di Rho ha perfezionato in questi giorni la rinegoziazione dei prestiti in ammortamento al 1° gennaio 2019, i cosiddetti mutui MEF (Ministero dell’economia e finanze), a seguito della deliberazione di Consiglio Comunale che ha dato mandato di procedere. 

A settembre la Cassa Depositi e Prestiti ha informato i comuni della possibilità di rinegoziare i prestiti in ammortamento al 1° gennaio 2019, rispondenti a determinate caratteristiche. Per il comune di Rho le posizioni aperte con Cassa Depositi e Prestiti oggetto di rinegoziazione sono 27 per un valore complessivo di 4.561.225,71 euro.

La rinegoziazione porterà all’ente un risparmio annuo sugli interessi pari a 119.360,60 euro passando da un tasso medio del 4,73% a un tasso medio dello 0,17% a parità di durata di vita dei mutui.

 «La gestione attiva del nostro consistente indebitamento è da sempre uno dei punti di attenzione delle politiche di bilancio - commenta il vice sindaco e assessore al Bilancio Andrea Orlandi -. Queste rinegoziazioni ci hanno permesso di volta in volta di ridurre il peso del nostro debito sul bilancio del comune e quindi di ridurre il peso sulle spalle dei cittadini. Grazie a questa operazione il comune di Rho risparmierà quasi 120.000 euro all’anno che potranno così essere destinati ai cittadini. Un ringraziamento particolare anche a tutta la struttura dell’ufficio ragioneria sempre attenta e pronta a sfruttare queste opportunità».