Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Più di 3mila tonnellate di rifiuti speciali stoccati illecitamente

Trovate a Origgio, in uno stabilimento, oltre 3.500 tonnellate di rifiuti speciali non pericolosi come imballaggi misti, materiali inerti e penumatici fuori uso. A scoprire la discarica abusiva i carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Milano scesi in campo con i militari della Compagnia di Saronno.

L’azienda, seppur formalmente operante nel campo del trattamento dei rifiuti, a seguito di una trasformazione societaria non era in possesso delle autorizzazioni valide. Al termine degli accertamenti, è stato posto sotto sequestro l’intero impianto (di circa 22.800 metri quadrati) insieme a 8 mezzi meccanici utilizzati per la movimentazione e lo stoccaggio dei rifiuti, per un valore complessivo che si aggira attorno ai 2 milioni di euro. 

Le sucessive verifiche hanno permesso ai militari di risalire al legale rappresentante della società che aveva ceduto il ramo d’azienda e all’amministratore unico della ditta cessionaria. Entrambi sono stati denunciati all’ Autorità Giudiziaria per traffico illecito di rifiuti.

Nei prossimi giorni saranno svolte le attività di campionatura e caratterizzazione dei rifiuti allo scopo di procedere alla rimozione per inviarli a recupero presso impianti autorizzati.

L'operazione conferma che i carabinieri del Comando Tutela Ambientale proseguono incensantemente ad effettuare azioni di prevenzione e contrasto per arginare il fenomeno che colpisce aree abusive o dismesse del Nord Italia.