Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Alida Gottardi cittadina onoraria di Parabiago: "Ha educato al bello"

Alida Gottardi, da ieri sera (lunedì 14) è cittadina onoraria di Parabiago. La ex preside per 28 anni si è dedicata alla scuola parabiaghese rivestendo il ruolo di dirigente scolastico dell'istituto comprensivo Manzoni e nel 2018 ha traghettato il liceo Claudio Cavalleri nel difficile periodo seguito alla improvvisa scomparsa del dirigente Luciano Bagnato. Per il suo impegno e la sua passione la città ha voluto dirle ufficialmente grazie. E l'occasione è stata quella del consiglio comunale.

«Un dirigente scolastico che ha fatto della scuola un luogo di eccellenza in cui accogliere, accompagnare e istruire gli alunni dal 1991 al 2019 - ha letto il sindaco Raffaele Cucchi dalle motivazioni per il riconoscimento -. Ha saputo generare una didattica quale strumento di conoscenza e crescita culturale per tutti». E il primo cittadino, poi, ha ripercorso i punti forti che hanno caratterizzato la vita professionale della ex preside Gottardi: il suo motto "ai bambini si può chiedere quello che possono dare", la passione per la scuola e per la cultura, l'aver organizzato convegni e incontri in modo da aprire le scuole di Parabiago al territorio e il lavoro per il museo della scuola, "fiore all'occhiello di città di Parabiago". «La preside Gottardi - ha aggiunto il sindaco - ha saputo educare al bello».

Alla preside è arrivato il grazie da parte di ogni forza politica presente nell'aula del consiglio parabiaghese.

Durante la serata, poi, sono stati premiati anche tre dipendenti comunali che hanno recentemente raggiunto il traguardo della pensione: Lanfranco Mina, dirigente dell'ufficio tecnico, Ester Pace, segretaria e Marina Carugo, educatrice dell'asilo nido.

(Valeria Arini)