Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Taglio del nastro per la doppia esposizione leonardesca

«Leonardo Da Vinci è una continua scoperta». Così i curatori  Ornella Ferrario e Pietro Bonzi hanno inaugurato oggi, sabato 19 ottobre, la doppia esposizione, dedicata al geniale inventore e artista del Rinascimento. 

Una mostra realizzata in due sedi distinte. La prima nelle sale al piano terra di Palazzo Leone da Perego, la seconda nella sala Caironi di villa Junker. 

Partecipato l'evento di apertura della ricca rassegna "Nel nome di Leonardo" introdotta giovedì 17 ottobre dalla conferenza "Gli studi di Augusto Marinoni sui codici di Leonardo da Vinci". A fare gli onori di casa, con i curatori Ferrario e Bonzi, anche il dirigente del Settore Cultura di Legnano dr. Stefano Mortarino. Con loro i presidenti delle tre associazioni che hanno collaborato all'iniziativa voluta per il 500esimo anniversario della scomparsa di Leonardo: Gianfranco  Bononi della Famiglia Legnanese, Marco Turri della Società Arte e Storia e Paola Zacchi per l'associazione Liceali Sempre. 

I visitatori sono stati invitati a scoprire l'ingenio progettuale di Leonardo attraverso le fedeli riproduzioni delle macchine leonardesche di Dario Noè. Manufatti, quelli esposti, che provengono dalla collezione del Mulino di Mora Bassa a Vigevano. 

A seguire è stata presentata la "porta d'entrata" del complesso e affascinante mondo di Leonardo rappresentata dai numerosi studi - messi a disposizione dalla Società Arte e Storia - dell'indimenticato professor Augusto Marinoni, considerato tra i più grandi leonardisti. Ed infine, quasi a chiusura dell'esposizione, a villa Juker, sono state contemplate le copie dei Codici Da Vinci di proprietà della Famiglia Legnanese. 

L'esposizione sarà visitabile sino a giovedì 31 ottobre e sarà corredata a due conferenze ed altri eventi fuori programma - che veranno annunciati prossimamente - e la proiezione di "The Missing Nail" suggestiva opera del famoso cineasta contemporaneo Peter Greenaway. Evento che si svolgerà alle 16 di domani, domenica 20 ottobre.


PROSSIMI APPUNTAMENTI
- Giovedì 24 ottobre, alle 21 (Villa Juker): "Leonardo, uomo di corte: feste, ritratti e allegorie per gli Sforza" con il prof. Marco Versiero docente universitario ed allievo del professor Marani. Specialista di storia del pensiero politico moderno, iconologia e filosofia del Rinascimento.
- Mercoledì 30 ottobre alle 21 (Villa Jucker): "La Sala delle Asse di Leonardo al Castello Sforzesco di Milano e i suoi restauri" con la dott.ssa Ilaria De Palma ex liceale legnanese, è conservatore delle Civiche Raccolte Storiche di Milano. Legnanese che collabora all’organizzazione del Palinsesto Milano Leonardo 500.

Per maggiori info consultare il sito http://cultura.legnano.org/

Galleria fotografica di Luigi Frigo

(Gea Somazzi)