Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Nel bosco dello spaccio con l'eroina in tasca, 40enne si ribella ai controlli

Abita a Novara, ma è stato trovato nell'area boschiva tra Lonate Pozzolo e Samarate con alcuni grammi di eroina. È il 40enne bloccato dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Busto Arsizio. L'uomo (disoccupato, con piccoli precedenti alle spalle) è stato deferito in stato di libertà per il reato di resistenza a pubblico ufficiale.

L’uomo, notato aggirarsi nella zona abitualmente frequentata da tossicodipendenti, veniva sottoposto a perquisizione personale e trovato in possesso di 1,8 grammi di eroina. Il medesimo soggetto, privo di documenti identità, “all’invito” dei militari di recarsi in caserma per la completa identificazione e la compilazione degli atti per la segnalazione amministrativa conseguente al ritrovamento dello stupefacente, inizialmente rifiutava di “seguirli” e, successivamente, tentava di allontanarsi da luogo del controllo divincolandosi e strattonando gli operanti che erano costretti a provvedere alla sua immobilizzazione forzata. Nessun ferito al termine del controllo.

La sostanza stupefacente è stata sottoposta a sequestro. Identificati, nel corso del medesimo controllo, altri 12 soggetti, tutti diretti (o di ritorno) dall’area di spaccio.