Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

La Polizia di Stato mette uno stop ai violenti del centro

Identificati e monitorati i giovani della banda che in questo periodo sta disturbando la quiete del centro di Legnano. Si tratta di una decina di cittadini, anche irregolari sul territorio, per lo più di origine magrebina. Tutti e dieci sono tenuti sott'occhio dai poliziotti del Comissariato di via Gilardelli.

    Due componenti il gruppo, recentemente, sono stati protagonisti dell'aggressione in Largo Tosi, durante la quale è spuntato un coltello. In questo caso l'aggressore è stato individuato e denunciato attraverso tutti gli elementi raccolti dagli agenti. 

Nel contempo i poliziotti stanno cercando di ricostruire i fatti accaduti la sera di venerdì 3 gennaio, nella Galleria INA riconducibili sempre alla stessa banda. Nello specifico, però, sono in corso gli accertamenti del caso per capire le responsabilità delle persone coinvolte. 

Per evitare altri episodi del genere, gli uomini del Commissariato stanno presidiando i punti di aggregazione del centro cittadino. Attività svolta anche con il supporto del Terzo Reparto Mobile della Polizia di Stato di Milano che, una volta alla settimana, raggiunge Legnano. In particolar modo è attenzionata la zona della fermata del pullman in Largo Tosi, area sensibile, dove tra l'altro agiva il giovanissimo rapinatore che colpiva minorenni. Sotto la lente d'ingrandimento infine piazza don Sturzo (in prossimità anche della piazzetta del grattacielo), il parchetto di corso Italia e le Gallerie Cantoni. 

(Gea Somazzi)