Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Parabiago dice grazie alla Polizia Locale: premiati 15 agenti

Per la prima volta anche a Parabiago si celebra San Sebastiano, il patrono della Polizia Locale. Un modo, come spiegato dall'amministrazione comunale, per dire pubblicamente grazie agli agenti per quanto fanno ogni giorno, silenziosamente. E un ringraziamento pubblico è arrivato, difatti, dal sindaco Raffaele Cucchi e dall'assessore alla sicurezza Barbara Benedettelli.

Un momento come quello di oggi, sabato 25, come ha spiegato l'assessore Benedettelli è «importante per dare alla Polizia Locale la certezza che l'amministrazione comunale è ben consapevole delle loro funzioni, difficoltà, fatiche e del loro cammino per la città ed è anche occasione per mostrare alla città non solo il lato delle multe degli agenti, ma anche quello di "guardiani" della città: sono infatti tantissime le funzioni che hanno e che è bene ricordare».

Oltre ai verbali (nel 2019 ne sono stati elevati 5979 per violazione del codice della strada e 40 per violazione del regolamento di polizia urbana), la Polizia Locale, infatti, è impegnata su più fronti: controllo del territorio, attività di polizia giudiziaria, collaborazione con gli altri uffici di polizia, recupero dei veicoli abbandonati, controlli degli esercizi commerciali, recupero degli animali abbandonati, polizia edilizia, controllo dello spazzamento strade o di abbandono rifiuti, ufficio infortunistica, accertamenti anagrafici, supporto ai tanti eventi sul territorio, educazione civica e stradale nelle scuole, TSO e ASO e, ovviamente, costante aggiornamento professionale.

Premiati, per i loro anni di servizio, il comandante Maurizio Morelli e gli agenti Ermes Gada, Paolo Madonna, Marco Letta, Antonuccia Imperatori, Fabrizio Diani, Paola Fasan, Fabrizio Romeo, Francesco Russo, Marianna Apparente, Ester Croci, Carla Gadda, Giuseppe Falvo, Andrea Corti e Massimiliano Restelli.

(Chiara Lazzati)