Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Confindustria, svelati i "segreti" per gli incentivi regionali

Svelati tutti i "segreti" del pacchetto ‘Sviluppo Lombardia' e gli incentivi regionali di recente avvio: agevolazioni che superano 900milioni di euro. Imprenditori a "lezione" oggi, mercoledì 16 ottobre, in Confindustria Altomilanese per ascoltare gli esperti di Finlombarda e Confidi Systema!. 

 I primi hanno hanno presentato gli strumenti pensati da Regione Lombardia come il Credito Adesso dedicato all'espansione commerciale (Sviluppo Lombardia). Oppure Al Via per i nuovi investimenti produttivi (Sviluppo Lombardia), Frim Fesr 2020 R&S per l’innovazione di prodotto e processo e Linea internazionalizzazione che supporta la realizzazione di reti strutturale per la crescita all’estero dell’impresa. 

«Le agevolazioni dispongono di dotazioni notevoli per fornire un aiuto concreto alle aziende che vogliono investire - spiegano Massimiliano Ambrosecchia e Valeria Laina di Finlombarda -: Credito Adesso 600 milioni di euro; Al via 353 milioni di euro; Linea internazionalizzazione 13 milioni di euro; Frim Fesr 2020 R&S, 30 milioni di euro».

A seguire i rappresentati di Confidi Systema!, Carlo Morichini e Luca Rebora, hanno descritto il suo ruolo di facilitatore nell’accesso a questi finanziamenti. «Sviluppo Lombardia ha l'obiettivo di agevolare le imprese già operanti in Lombardia o che intendono investirvi - affermano Morichini e Rebora -. Le risorse messe a disposizione aumentano le opportunità di finanziamento tramite l'offerta di prodotti che possono essere combinati con altre agevolazioni pubbliche. Gli interventi finanziari proposti, anche in sinergia con il sistema bancario, rispondono alle esigenze di finanziare gli investimenti produttivi, il circolante e l'innovazione per essere più competitivi anche sui mercati internazionali».

«Alcuni di queste agevolazioni - commenta Andrea Pontani, direttore Confindustria Alto Milanese - hanno già riscontrato interesse presso le nostre imprese. In particolare, sono circa una ventina le aziende che hanno beneficiato delle misure Credito Adesso e Al Via. Ci attendiamo che abbia lo stesso riscontro da parte delle imprese più innovative anche la misura Frim Fesr, appena riaperta. Nell'Alto Milanese c’è voglia di crescere e le aziende sono aperte nel mettere in campo operazioni di sviluppo. Secondo l'ultima indagine congiunturale infatti è al 54% la quota di imprese che prevede di realizzare investimenti nei prossimi mesi. Noi vogliamo pertanto portare all'attenzione degli imprenditori proposte concrete che permettono loro di realizzare i progetti».