Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Il crowdfunding legnanese incanta la Capitale

Nella splendida cornice dell'aula Giulio Cesare in Campidoglio è stata presentata questa mattina la campagna di equity crowdfunding della Virtus Roma, gestita dalla piattaforma The Best Equity. Si tratta della prima campagna mai lanciata nel basket professionistico italiano.

Marco Tajana, The Best Equity: "Siamo orgogliosi di aver presentato in una cornice del genere il nostro progetto, che ancora di più caratterizza la verticalizzazione della nostra società nel mondo dello sport. L'equity crowdfunding si sta sempre di più caratterizzando come lo strumento innovativo in grado di rispondere alle esigenze di ogni società sportiva aiutandola nel reperimento di fondi"

Nicola Tolomei, responsabile marketing Virtus Roma: "Il progetto di equity crowdfunding rappresenta un’opportunità da cogliere per sviluppare soluzioni di marketing innovative che possano così integrare modelli di partecipazione trasversali aventi come obiettivo comune quello di incrementare, oltre che il valore del club, la reputazione sportiva di Roma Capitale".

      Ing. Claudio Toti: "Ringrazio l’amministrazione per averci concesso di presentare un momento così importante per la nostra storia in questo luogo speciale. La Virtus non deve essere più proprietà di un singolo gruppo imprenditoriale ma della città tutta, vogliamo rilanciare Roma al centro dell’attenzione avendo vicino amministrazione, tifosi e sponsor. Sport, sostenibilità e sociale sono alla base dei nostri valori. Vogliamo trasmettere il rispetto per questa maglia, diventare la squadra della città e attraverso questo rilanciarne l’immagine sportiva a livello italiano ed europeo. Serve la volontà di tutti, che si creda in questo progetto. Il basket deve trovare maggiore visibilità perché è uno sport con grande rispetto dei valori morali ed etici".

Gianni Petrucci, presidente FIP: "Penso nel basket ci sia l’esigenza di creare qualcosa che ci faccia arrivare prima degli altri, e penso questa iniziativa possa farlo. Sarebbe un grande successo dimostrare affetto per la Virtus non solo andando a vedere le partite ma anche dando qualcosa per partecipare al progetto. Faccio un grande in bocca al lupo alla squadra e alla famiglia Toti per questa iniziativa della quale sono felice di fare da sponsor".