Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

We Will Rock You, lo spettacolo con le hit dei Queen al Galleria

Dopo 56 repliche che hanno coinvolto oltre 65mila spettatori, torna a teatro "We will rock you" il musical diretto da Michaela Berlini, versione italiana di uno spettacolo scritto e prodotto da Ben Elton, in collaborazione con Roger Taylor e Brian May. Le musiche e le canzoni sono quelle originali, cantate in inglese e eseguite rigorosamente dal vivo da un’eccezionale band formatasi per l’occasione. 

Il testo racconta le vicende di Galileo e Scaramouche, due giovani arrabbiati e affamati di verità in un mondo che considerano una gabbia. "We Will Rock You" porta in scena il potere salvifico del rock and roll, della condivisione e del diritto di poter esprimere se stessi. «Le vicende di Galileo e Scaramouche - spiega il produttore Claudio Trotta - hanno appassionato a ritmo di rock platee animate da giovani e meno giovani che hanno condiviso con i protagonisti, tra emozioni e risate, il racconto di una Speranza. Questi due ragazzi, bullizzati ed emarginati vivono in un pianeta Terra completamente disidratato e ridotto a grande centro commerciale. In questo luogo privo di colori, vige la dittatura della Globalsoft, che ha cancellato la memoria storica, ha bandito la musica dal vivo, considerata un grande pericolo in quanto mezzo di espressione e comunicazione, e ha dato vita ad un sistema controllato e ben programmato dove tutti sono omologati e paradossalmente estremamente individualisti. Chiunque esca fuori dallo schema imposto, esprimendo diversità di pensiero è punito con la morte celebrale. La Globalsoft è molto attenta ad impartire sin dalla giovane età un’istruzione che non insegni ai giovani altro che valori che possano tornare utili al mantenimento del proprio potere. I ragazzi crescono senza coltivare propri interessi, senza curiosità e senza sviluppare un proprio spirito critico. Aspirano a diventare quello che il potere ha in mente per loro. Non si pongono domande. In un panorama così asettico Galileo e Scaramouche sono due personalità insolite, sono due giovani anime da isolare in quanto il loro modo di essere è una minaccia pericolosa per il sistema».

Lo spettacolo, in programma venerdì 17 gennaio, avrà inizio alle 21. I biglietti sono in vendita a partire da 29 euro. È possibile acquistarli al Disco Store di piazza San Magno, oppure sul circuito Ticket One.

ULTIME NOTIZIE

VISUALIZZA TUTTI GLI EVENTI