Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Rho ricorda Sante Zennaro: 63 anni fa la sua morte per salvare i bambini

Sono passati ormai 63 anni dalla terribile mattina del 10 ottobre 1956. Ma Rho non dimentica. In quella che sembrava una giornata come tante altre due uomini, i fratelli Egidio e Arturo Santato (quest’ultimo da poco dimesso da un manicomio giudiziario) sequestrarono novantaquattro bambini e tre maestre della Scuola Elementare di Terrazzano, chiedendo come riscatto duecento milioni di lire (oltre due milioni degli attuali euro). La strage fu evitata grazie all'intervento di Sante Zennaro, un giovane di appena 22 anni che cercò di introdursi nella scuola tramite una scala a pioli, per disarmare i malviventi. Il ragazzo, però, fu ucciso per errore dai colpi della Polizia.

A Sante Zennaro fu conferita la medaglia d'oro al valore civile. Questa la motivazione: “Con eroico spirito altruistico e sublime sprezzo del pericolo, si introduceva per primo disarmato in un’aula scolastica, in cui due folli fortemente armati si erano barricati, minacciando di uccidere o di accecare un centinaio di scolari e tre maestre, da essi legati e trattenuti in ostaggio. Nel nobile generoso tentativo di affrontare i criminali, restava colpito a morte, impedendo con il sacrificio della propria vita, l’attuazione di una strage”.

La città di Rho ricorda il suo giovane eroe anche quest'anno. Domenica 13 ottobre, alle 10:15, rirovo al cimitero di Rho, in corso Europa 200, con preghiera e deposizione di una corona sulla tomba di Sante Zennaro, al suono del silenzio. Alle 11:30 si proseguirà con una Messa alla Chiesa San Maurizio a Terrazzano per poi raggiungere la ex scuola elementare, intitolata a Zennaro, per la cerimonia dell'alzzabandiera e visitare la mostra sulla vita del giovane nei locali dell’Associazione Pandora.

(Chiara Lazzati)