|
query
RESULTSET
query
  AREA_GEOGRAFICA AREA_TEMATICA AUTORE BOZZA CATEGORIA CAT_SECONDARIE CODICE_VIDEO COGNOME DATA_FINE_EVENTO DATA_FINE_LIVE DATA_INIZIO_EVENTO DATA_INIZIO_LIVE DATA_INS DATA_MOD DATA_PUB DATA_SCAD DELETED EVENTO GALLERY ID_NEWS IMMAGINE IMMAGINE2 IMMAGINE_NEWS INVIATO_NWL LAST_LIVE LETTURE LINGUA LIVE LIVELLO LUOGO_EVENTO NOME OCCHIELLO OLD_ID RIFERIMENTO SOMMARIO SOTTOTITOLO TAG TESTO TITOLO TITOLO_EVENTO TITOLO_HOMEPAGE TITOLO_URL TOP_NEWS USER_INS USER_MOD VIDEO VIS_HOMEPAGE
1 85 52 11 0 [empty string] [empty string] [empty string] Somazzi 1901-01-01 00:00:00.0 1901-01-01 00:00:00.0 1901-01-01 00:00:00.0 1901-01-01 00:00:00.0 2019-08-09 01:32:05.0 2019-08-12 23:39:30.0 2019-08-12 23:32:00.0 1901-01-01 00:00:00.0 0 0 0 930490 83BFAD1E-C322-1BCC-8454BF330629D7EF.jpeg [empty string] 1 0 [empty string] 515 ita 0 3 [empty string] Gea [empty string] [empty string] 0 &nbsp;L&#39;imprenditrice&nbsp;Barbara di Febo in Presezzi commenta l&#39;acquisto dell&#39;Area Rossa:&nbsp;&laquo;Adesso chiediamo solo di poter lavorare&raquo; [empty string] [empty string] <p>&laquo;<em>Dopo quattro lunghi anni siamo riusciti ad ottenere l&#39;assegnazione dell&#39;area, adesso chiediamo solo di poter lavorare&raquo;.</em> Cos&igrave; l&#39;imprenditrice<strong> Barbara di Febo,</strong>&nbsp;che insieme al marito<strong> Alberto Presezzi</strong>&nbsp;gestisce la nuova Franco Tosi, <u><strong><a href="http://www.legnanonews.com/news/industria/930477/la_tosi_di_presezzi_resta_in_piazza_monumento">commenta l&#39;acquisto dell&#39;Area Rossa grazie al quale &egrave; garantita la permanenza in citt&agrave; della storica fabbrica di turbine.</a></strong></u><em>&nbsp;</em></p> <p><i style="color: rgb(0, 0, 0); font-family: &quot;Trebuchet MS&quot;, Verdana, Arial, Helvetica, sans-serif; font-size: 12.8px;"><b>[pubblicita]&nbsp; &nbsp;</b></i><strong>&laquo;Purtroppo ci sono voluti 4 lunghi anni</strong> - spiega l&#39;imprenditrice -. <em>Da industriali ci chiediamo se ne &egrave; valsa la pena aver aspettato cos&igrave; tanto per arrivare alla riduzione dell&rsquo;area. I tempi imprenditoriali sono diversi e ci&ograve; che si distrugge non si ricostruisce negli stessi mesi. Per&ograve; alla fine siamo industriali e siamo abituati a costruire e non a distruggere, quindi anche questa volta cercheremo di costruire&raquo;.</em>&nbsp;&nbsp;</p> <p><strong>Prossimamente la societ&agrave; brianzola presenter&agrave; un nuovo piano industriale </strong>che <em>&laquo;dia immagine e rispetto al marchio Franco Tosi. Nessuno fa miracoli, ma noi ad oggi abbiamo dimostrato che siamo arrivati dove nessuno avrebbe immaginato&raquo;</em>. L&#39;imprenditrice ha poi proseguito:&nbsp;<em>&laquo;In questo momento la domanda &egrave;: chi ci crede?&nbsp; Il resto non ha importanza. Non possiamo promettere nulla, ma, essendo una famiglia di imprenditori, chiediamo solo di poter lavorare&raquo;.</em></p> Presezzi: «Presenteremo un nuovo piano industriale della Tosi» [empty string] [empty string] presezzi_presenteremo_un_nuovo_piano_industriale_della_tosi_ 0 11 19 0 1
CACHED false
EXECUTIONTIME 0
SQL SELECT n.*,u.cognome, u.nome FROM news as n LEFT JOIN utenti as u ON (n.autore = u.id) WHERE id_news = '930490' AND n.deleted = 0 AND bozza = 0
| Presezzi: «Presenteremo un nuovo piano industriale della Tosi» - LegnanoNews
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
| 930490 |

Presezzi: «Presenteremo un nuovo piano industriale della Tosi»

«Dopo quattro lunghi anni siamo riusciti ad ottenere l'assegnazione dell'area, adesso chiediamo solo di poter lavorare». Così l'imprenditrice Barbara di Febo, che insieme al marito Alberto Presezzi gestisce la nuova Franco Tosi, commenta l'acquisto dell'Area Rossa grazie al quale è garantita la permanenza in città della storica fabbrica di turbine. 

   «Purtroppo ci sono voluti 4 lunghi anni - spiega l'imprenditrice -. Da industriali ci chiediamo se ne è valsa la pena aver aspettato così tanto per arrivare alla riduzione dell’area. I tempi imprenditoriali sono diversi e ciò che si distrugge non si ricostruisce negli stessi mesi. Però alla fine siamo industriali e siamo abituati a costruire e non a distruggere, quindi anche questa volta cercheremo di costruire».  

Prossimamente la società brianzola presenterà un nuovo piano industriale che «dia immagine e rispetto al marchio Franco Tosi. Nessuno fa miracoli, ma noi ad oggi abbiamo dimostrato che siamo arrivati dove nessuno avrebbe immaginato». L'imprenditrice ha poi proseguito: «In questo momento la domanda è: chi ci crede?  Il resto non ha importanza. Non possiamo promettere nulla, ma, essendo una famiglia di imprenditori, chiediamo solo di poter lavorare».

(Gea Somazzi)