Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

"Non era niente" di Franco Arminio

Non era niente,
pensa che alla fine di tutto potrai dire
questa frase
perchè la vita in fondo
è un falso allarme.
Considera
che quasi mai la realtà congiura,
più spesso gira via per conto suo.
Considera ogni cosa senza inquietarla.
Trascura le tue perdite,
consolati con le cose belle
che accadono agli altri.
Dio è il bene che facciamo
e niente di più.

Franco Arminio
Da Resteranno i canti (Bompiani, 2018)

Un poeta può essere anche candidato sindaco. Franco Arminio, uno dei nomi più brillanti del panorama della poesia italiana contemporanea, ha messo insieme amore per la propria terra, cantata nei propri versi, e volontà di mettersi in gioco in prima persona in politica. E così, tra i candidati alle ultime elezioni comunali di domenica 26 maggio, c'era anche il suo nome. Le urne non hanno premiato la sua lista e Bisaccia, suo paese natale in Irpinia, ha scelto un altro Arminio, il sindaco uscente Marcello. Nella sconfitta, tuttavia, si rimarca un fatto: l'intellettuale non sempre è un essere supremo lontano dalla realtà delle piccole cose. Anzi.

(Chiara Lazzati)