Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Guasto alla sbarra d'uscita dell'ospedale: Amga risponde all'utenza

Lettori/utenti del parcheggio dell'ospedale irritati per un guasto alle sbarre dell'uscita che ieri, lunedì 21 ottobre, ha causato disagi e tensioni.

"Ci sono voluti ben 35 minuti per uscire - scrive Graziano -. I motivi sono stati essenzialmente due: una delle due postazioni a sbarra in uscita non funzionava e gli addetti alla gestione non hanno ritenuto di intraprendere alcuna azione per sveltire e risolvere l'enorme coda che si è venuta a creare".

"Più di 40 minuti per uscire dal parcheggio, tutti in coda sotto una pioggia torrenziale sembrava il far west - segnala invece Stefania-. Ma lasciare alzata l'UNICA sbarra che permetteva  l'uscita,  visto che tutti comunque avevamo pagato non poteva essere una soluzione che avrebbe accontentato tutti?".

Interpellata, in giornata, ecco la spiegazione puntuale di Amga: " Alle ore 11,20 circa di ieri, lunedì 21 ottobre, la colonnina sulla destra (per chi esce dal parcheggio) è andata temporaneamente fuori servizio e si è rimessa poi a funzionare, senza alcun intervento manutentivo.
La riduzione delle corsie d’uscita ha causato l’incolonnarsi di tutto il traffico sulla corsia di sinistra, proprio nell’orario di maggiore frequenza d’uscita e in presenza di pioggia intensa.
Se si tiene conto che l’impianto richiede necessariamente l’inserimento del biglietto in colonnina per far sì che la sbarra metallica si alzi e tenuto conto anche che, in genere, i clienti non sono proprio velocissimi nell’operazione d’inserimento, facile comprendere il motivo della coda che si è formata sul perimetro del posteggio, sino alle pensiline della zona F.
L’addetto presente in cassa non ha potuto accorgersi della coda poiché la telecamera sulla corsia d’uscita è, purtroppo, danneggiata e siamo in attesa del rimborso assicurativo per procedere (il danno supera di gran lunga i 10 mila euro).
Quando il problema è stato segnalato all’addetto che era in guardiola, egli ha chiamato prontamente i colleghi, che si sono recati sul posto per coordinato il deflusso del traffico.
L’intervento di supporto è cominciato alle ore 11,53 e le sbarre sono state alzate alle ore 11.56; il traffico ha terminato di defluire alle ore 12,10 (da immagini delle telecamere)".