Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Suspense assicurata con "La donna senza memoria"

 

"La donna senza memoria"
di A. Mosawi
ed. Longanesi
€ 18.60


Anthony Mosawi – si è trasferito da Londra alla California per lavorare alla Paramount Pictures, e da come scrive si capisce che gli anni impegnati nella produzione cinematografica hanno lasciato il segno.
Il suo primo romanzo, infatti, ha il ritmo e la teatralità dei migliori thriller visti al cinema.

A introdurci nella storia è Claire, l'assistente sociale del corpo di polizia che si trova ad entrare in una casa piena di dolore e abbandono, dove intuisce che è successo qualcosa di grave... La prima immagine che si trova davanti è quella di una donna drogata, stesa scomposta sul divano con in mano la foto di uno sconosciuto con su scritto “Non ti devi fidare di quest’uomo”. Al piano di sopra, c’è una bambina di dieci anni immersa in una vasca d’acqua sporca. Un coperchio in sughero è stato usato per sigillare la vasca come una bara, per trasformarla in camera di deprivazione sensoriale e la ragazzina, a cui hanno tinto i capelli, ha un walkman alle orecchie, che ripete ossessivamente la stessa frase: “Mi chiamo Sara Eden… sono nata in Scozia nel 1983… Mia madre è morta dandomi alla luce… mio padre era un turista…”. Quando Claire riesce a farla parlare, la donna drogata sostiene di essere stata pagata per provocare l’annullamento della memoria della bambina.

Passano gli anni, e oggi Sara è una donna senza passato e senza memoria. Le uniche tracce di chi sia stata prima della "vasca" sono una vecchia collana e la foto dello sconosciuto: Sara le ha conservate gelosamente sia nell'istituto dove l'hanno mandata dopo il ritrovamento, sia nella casa  del signor Dobbs, lo strano signore che sembrava conoscerla e che voleva farle tornare la memoria e da cui è fuggita quasi subito.

Un'altra certezza nella vita di Sara è la consapevolezza di essere costantemente braccata, e di dover assolutamente ricostruire il proprio passato per scoprire chi la sta cercando. E la vuole eliminare...

Perché Sara Eden è una vittima, ma potrebbe anche essere un’assassina…

Chi ama le storie d’azione troverà ne "La donna senza memoria" le oscure lotte dei servizi segreti e un’indomabile eroina pronta combattere e a vincere su tutta la linea.

Divertente.

Amanda Colombo - Galleria del Libro