Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

RNL Sincro: 11 atlete staccano il pass per i Campionati Italiani Assoluti

  Ben 11 atlete della Rari Nantes hanno staccato il pass per i Campionati Italiani Assoluti che si terranno a febbraio nell'impianto sportivo di Riccione.

Un risultato importante per la società legnanese alle prese con i temporanei disagi causati dall'improvvisa chiusura dell'impianto natario di viale Gorizia oggetto di interventi di messa in sicurezza.

Tredici giovani nuotatrici (7 delle quali ancora categoria ragazze), durante il weekend appena trascorso, sono scese in vasca a Milano per disputate i primi campionati regionali categoria Assolute e junior del settore nuoto sincronizzato. 

Soddisfazione per i tecnici Cinzia Storni, Costanza Fiorentini, Tommaso Edalli e Anna Argento che hanno commentato: «Una nota di merito va a Claudia Modaelli che ha raggiunto il quinto posto pur essendosi allenata pochissimo per impegni universitari. Complimenti anche alla più giovane del gruppo, Vittoria Colombo che è riuscita a migliorare di quasi 5000 punti il punteggio rispetto allo scorso anno».

Buona prestazione anche per le atlete della categoria ragazze ed esordienti A che «hanno eseguito gli esercizi del brevetto "stella": tutte le 28 iscritte hanno ottenuto il brevetto "Stella" - spiegano i tre tecnici -. Siamo certi di poter decisamente migliorare la qualità delle prestazioni, con la speranza di ritornare a nuotare nel nostro impianto di casa che offre sicuramente condizioni ottimali per le esigenze del nuoto sincronizzato». 

Nel contempo la società ha deciso di lanciare un nuovo claim sui social, ossia "Tutti uniti per Rari Nantes Legnano", voluto per porre l'attenzione «sulla solidarietà dimostrataci in questo periodo dalle società locali - affermano dalla RNL - Tutte le attività di allenamento riusciamo a svolgerle grazie all'ospitalità degli impianti natatori della zona».