Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Expo: "Conti da profondo rosso"

Anche Riccardo De Corato (nella foto), ex vicesindaco di Milano e capogruppo di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale in Regione Lombardia interviene sugli approfondimenti effettuati dalla Corte dei conti sul bilancio di Expo. Un passo, questo, sul quale il sindaco Milano Giuseppe Sala aveva mostrato tranquillità e che aveva commentato con parole rassicuranti.

"Invidiamo la sua sicurezza - commenta De Corato -. Abbiamo letto che l'organo della giustizia amministrativa ha rilevato criticità evidenti nella sua relazione sul risultato del controllo sulla gestione dell'ente: a fronte di un miliardo e 200 milioni di ricavi l'esercizio 2015, secondo i calcoli della Magistratura contabile, si è chiuso con una perdita di 23,8 milioni di euro. È necessaria un'operazione di trasparenza, a cominciare dai conti economici e dai biglietti venduti. Il Pd non perde occasione di ricordare l'indagine di Roma su Virginia Raggi, ma chiude gli occhi di fronte a quella della Procura di Milano su Expo e su Sala. La sicurezza del sindaco fa il paio con le indagini dei magistrati, coi conti da profondo rosso di cui parliamo da mesi e con le piccole imprese che abbiamo visto sfilare in commissione e che sono fallite per i mancati pagamenti di Expo. L'unico a essere tranquillo è Sala mentre tutti gli altri, a partire dai milanesi, sono tutt'altro che tranquilli".

Leggi anche: Il sindaco Romano "svela" il futuro di Expo

Expo riaprirà le sue porte

(Stefano Dattesi)