Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Mind, Borghetti chiede fondi per gli ospedali di Rho e Garbagnate

Azioni concrete per sostenere l’offerta ospedaliera pubblica di Rho e Garbagnate e del Sacco, anche alla luce dell’arrivo del nuovo ospedale convenzionato Galeazzi nell’area Expo a cavallo tra Milano e Rho. E' quello che torna a chiedere il vicepresidente del consiglio regionale lombardo, il rhodense Carlo Borghetti (Partito Democratico).

«Lo scorso luglio, d’intesa con il collega Simone Giudici, ero intervenuto per sostenere in Consiglio Regionale un impegno -approvato poi all’unanimità- del Presidente Fontana e dell’assessore alla sanità Gallera a mettere in campo le necessarie risorse per potenziare l’offerta ospedaliera pubblica di Rho e Garbagnate e del Sacco, anche alla luce dell’arrivo del nuovo ospedale convenzionato Galeazzi nell’area Expo a cavallo tra Milano e Rho, area oggi denominata MIND (Milan Innovation District) - afferma Borghetti -. Ad oggi però nessuna azione concreta mi risulta esser stata intrapresa in questa direzione in Regione, anche sul piano della programmazione. Per questo motivo ho presentato un'interrogazione per chiedere alla Giunta regionale di procedere con stanziamenti straordinari per gli ospedali di Rho e Garbagnate e per il Sacco, anche per dotarli di strumenti necessari per competere con il nuovo Galeazzi, e procedere con nuove assunzioni del personale sanitario sempre più in sofferenza per le carenze di organico. Sono interventi non più rimandabili, Regione Lombardia non può temporeggiare ulteriormente».

(Chiara Lazzati)