Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Alessandro Provini è il nuovo assessore alla sicurezza di Cerro Maggiore

E' Alessandro Provini il nuovo assessore alla sicurezza di Cerro Maggiore. L'ormai ex capogruppo della maggioranza prende il posto di Fabrizio Sberna. A Provini (Lega) saranno affidate le deleghe a sicurezza, polizia locale, protezione civile, SUAP (attività produttive) e discarica.

La scelta è stata annunciata oggi, giovedì 28, dal sindaco Nuccia Berra. «Ho incontrato personalmente sia i rappresentanti provinciali della Lega che tutti i miei consiglieri comunali per analizzare la situazione e definire una strategia - spiega la prima cittadina -. Sono molto soddisfatta di quanto è emerso in questi incontri. La Lega ha proposto una rosa di nominativi che potevano ricoprire l'incarico assessorile e con la massima trasparenza, come ho sempre detto, mi sono confrontata con tutti i consiglieri. Ho ricevuto da loro ottimi suggerimenti e il mandato pieno a scegliere. Alessandro Provini, attuale capogruppo, potrà completare la nostra squadra di governo, conoscendo perfettamente i meccanismi e i punti di forza della nostra compagine. In questi mesi abbiamo imparato a conoscerci e sono sicura del suo impegno».

Il nuovo capogruppo della maggioranza, Centrodestra Unito, sarà il consigliere Franco Alberti (Forza Italia), che manterrà le deleghe alla frazione e alle partecipate.

Le dimissioni di Sberna, avvenute ormai due settimane fa, hanno aperto uno spaccato su problemi interni alla Lega. Una situazione che nelle parole di Sberna sarebbe nata nel periodo delle elezioni comunali di San Vittore Olona la scorsa primavera, alle quali era candidato anche lo stesso ormai ex assessore cerrese. Tra i rapporti logorati di cui ha parlato Sberna anche quello con il suo successore: Alessandro Provini.

«Spero di meritarmi questo incarico, perchè significa che qualcuno ha creduto in me» questo l'unico commento del neo assessore Provini alla notizia della nomina. Anche il sindaco Berra pare voglia sedare le polemiche: «Ringrazio ancora Fabrizio Sberna, a nome di tutta la squadra 'Centrodestra Unito'. Il lavoro fin qui iniziato deve essere portato a conclusione. Lasciamoci alle spalle le polemiche, perché abbiamo tante situazioni da sistemare e i cittadini si aspettano sempre di più da tutti noi».

Sulla stessa scia anche la segreteria provinciale del Carroccio: «Le polemiche di questi giorni non fanno onore a nessuno, men che meno a chi pretende inutile visibilità. Il dovere di governare deve venire prima di ogni velleità di personalismo. I buoni amministratori non hanno bisogno di apparire per essere ricordati, ma sono le azioni, i progetti o le opere che contribuiscono a realizzare che ne evidenziano le capacità. [...] Siamo soddisfatti dalla compattezza del gruppo e dall'ottima condivisione dei progetti amministrativi e, da ora in avanti, le parole superflue andranno nel dimenticatoio, perché saranno sostituite dai fatti».

(Chiara Lazzati)