Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

ASST Rhodense: Tumore al seno, 10mila indagini mammografiche nel 2018

Solamente nell'ultimo anno sono state 10mila le indagini mammografiche eseguite negli ospedali della ASST Rhodense. A questo numero, riferito all'attività di screening, ossia la ricerca di tumori della mammella in fase precoce, ne vanno sommati altri, riferiti all’attività di radiologia senologica clinica: 1300 ecografie mammarie e quasi 2200 mammografie, oltre a circa 500 ago-aspirati su noduli della mammella con successive diagnosi cito-istologiche comprensive di fattori prognostici utili alla terapia.

Sono i dati diffusi dalla ASST Rhodense in occasione dell'ottobre rosa, il mese dedicato alla prevenzione del tumore al seno. Cifre che fanno riflettere sulla portata del fenomeno anche nella nostra zona e sull'importanza della prevenzione.

          Il percorso di diagnosi e cura del tumore della mammella presso l’ASST-Rhodense si svolge all’interno della Breast Unit, una struttura ritenuta la soluzione più appropriata ed efficace per la cura del più frequente tumore della donna: il tumore della mammella. «E' scientificamente dimostrato che donne curate nei centri di senologia hanno una percentuale di sopravvivenza maggiore del 18% e una migliore qualità di vita rispetto a chi si rivolge in strutture che ne sono prive - spiegano dalla Asst -. La Breast Unit è costituita da un team multidisciplinare di specialisti per la diagnosi e cura del tumore al seno che opera nel rispetto delle linee guida e degli standard europei, accompagnando la donna nel suo percorso diagnostico, terapeutico e di follow-up. Dal 2016, presso il Presidio Ospedaliero di Rho dell’ASST Rhodense è attiva la Breast Unit oggi coordinata dal Dr. Stefano Bellone; l’accorpamento di tutte le attività diagnostiche e chirurgiche presso questa sede ha garantito una maggior appropriatezza nella presa in carico della donna, con percorsi personalizzati ed ottimizzati più efficaci nella cura del tumore della mammella».

La gestione del percorso di cura di questa neoplasia si avvale di una equipe multiprofessionale di esperti costituita da radiologi, chirurghi senologi, chirurghi plastici, patologi, oncologi, psicologi, fisioterapisti, radioterapisti,  medici nucleari, infermieri, tecnici di radiologia e anatomia patologia dedicati e associazioni di volontariato al fine di assicurare la continuità di cura ed il sostegno a tutte le pazienti.

Presso la ASST Rhodense sono attivi ambulatori di screening per la promozione della prevenzione primaria, per la riduzione dei fattori di rischio e la diffusione dei corretti stili di vita. Sono inoltre presenti ambulatori specialistici senologici per prime visite e controlli in tutti i presidi ospedalieri. In collaborazione con le diverse associazioni di volontariato, gli specialisti della Asst effettuano attività di informazione mediante incontri con la popolazione e attraverso visite senologiche gratuite per l’individuazione delle forme tumorali precoci e per la prevenzione del tumore.

(Chiara Lazzati)