Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

"Belle ovunque e comunque": sentirsi femminili anche nella malattia

«“Belle ovunque e comunque”: non è solo il nome che abbiamo scelto per la sfilata di questa sera, ma la descrizione autentica delle donne che combattono il cancro, affrontando la loro malattia con grinta e soprattutto non perdendo la propria femminilità». Così Valeria Vanossi, presidente dell’associazione “Il sole nel cuore”, ha presentato la serata di lunedì 14 ottobre, dove sul palco del Teatro Galleria, hanno vestito i panni di modelle, 20 malate oncologiche in cura nella Breast Unit locale, con la regia di Roberto Clerici.

«Lo scopo della serata - ha spiegato la dottoressa Biancamaria Di Marco, coordinatrice della Breast Unit (cioè i centri di senologia multidisciplinare) dell’ASST OVEST Milano - è quello di mostrare la giornata quotidiana di una donna in terapia. Dal risveglio alla mattina, alla spesa, dall’aperitivo con le amiche, alle serate di gala. Con questi quadri abbiamo voluto mostrare che anche nella malattia una donna non deve perdere mai la gioia di piacersi».

La dottoressa Di Marco, ideatrice del progetto “Stili di vita”, insieme alla dottoressa Antonella Ferzi, dirigente medico dell’Oncologia,  rivolto alle malate oncologiche, ha evidenziato come «viene spiegata alle pazienti una corretta alimentazione da seguire e proposta una ginnastica posturale, basata sul pilates, con lo scopo di far rientrare le donne nella propria vita con sicurezza e padronanza di sè».

Marco Nebuloni, presidente di Lions Club Parabiago Host, si è detto entusiasta di aver sostenuto il progetto: «In precedenza avevo preso parte ad un altro progetto affine, rivolto ai malati di SLA - ha ricordato Nebuloni - anche in questo caso grande importanza è stata data a una corretta nutrizione, allo sport e all’ascolto dei malati”

Tra gli interventi finali, ricordiamo quelli del direttore generale dell'ospedale, dott Fulvio Odinolfi e il commissario vicario dott. Giuseppe Mele.

Intervenuti durante la serata anche il direttore del dipartimento di Oncologia, Dottor Sergio Fava, il presidente e il vicepresidente della Fondazione dei quattro Ospedali, Norberto Arbertalli e Angelo Cazzaniga, il Professor Antonino Mazzone, direttore del dipartimento area Medica dell’asse Ovest milanese. Non presenti fisicamente due ospiti d’eccezione: Lara Magoni, assessore al turismo e alla moda della Regione Lombardia ed ex campionessa di sci, e Antonella Clerici, celebre conduttrici. Le due donne hanno portato i loro saluti tramite un videomessaggio. 

Infine, soddisfazione per la raccolta fondi che ha caratterizzato la serata: 3.640 euro.

Immagini di Luigi Frigo

(Federica Pontremoli)