Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Colpita da Meningite, profilassi antibiotica per famigliari e 30 alunni

Profilassi antibiotica per famigliari e 30 alunni del Collegio San Carlo di Milano, venuti a contatto con la 28enne colpita da meningite meningococcica stabilizzata all'Ospedale di Legnano. A comunicarlo oggi, giovedì17 ottobre, l'Ats Città Metropolitana che dall’inizio del 2019 ha registrato nell'intero comprensorio - composto da 3,5 milioni di abitanti - 11 casi. Un dato in linea con quelli registrati annualmente, ossia 15 casi ogni anno. «I casi di meningite meningococcica -  specificano da Ats -  si presentano in forma sporadica e non sussiste alcun allarme epidemico».

Nel caso specifico della 28enne, ricoverata prima all’Ospedale di Rho e successivamente trasferita al nosocomio legnanese, è stata subito attivata la profilassi sui medici coinvolti e sono state attivate le procedure per l’identificazione dei soggetti da sottoporre a sorveglianza sanitaria.

«Ad oggi, tutti i soggetti identificati sono stati contattati per l’avvio della profilassi antibiotica  -  affermano da Ats -  che ha interessato la cerchia familiare e amicale nonché la scuola primaria del Collegio San Carlo di Milano, dove la persona ha svolto attività educativa nel doposcuola. In particolare, sono stati sottoposti a profilassi antibiotica 30 alunni di due classi della scuola primaria, che la scorsa settimana avevano svolto attività di doposcuola». In ogni caso l’attività didattica può continuare regolarmente e secondo Ats «non sono necessari interventi di disinfezione ambientale in quanto il meningococco non sopravvive nell’ambiente».

Ats ha sottolineato che la profilassi antibiotica è indicata esclusivamente per le persone che hanno avuto contatti ravvicinati con la persona malata per un periodo di tempo prolungato. Per coloro che hanno avuto un contatto occasionale con il malato o di breve durata la chemioprofilassi non è indicata. 

(Gea Somazzi)