Coronavirus in Lombardia: 14 contagiati tra cui 5 operatori sanitari

La diretta della conferenza stampa in Regione Lombardia 


Quattordici le persone contagiate dal Covid 19 Coronavirus e 10 i comuni interessati dall'emergenza (più di 30mila abitanti). È quanto confermato dal presidente Fontana, che alle 18 è tornato a fare il punto della situazione con l'assessore Gallera. Presenti in sala anche il ministro della Salute, Roberto
Speranza, e il Capo Dipartimento della protezione civile nazionale, Angelo Borrelli.

 Oltre ai sei malati individuati questa mattina risultano contagiate altre 8 persone: di cui cinque operatori sanitari (infermieri e medici dell'Ospedale di Codogno) e tre pazienti.

COMUNI IN QUARANTENA - In queste ore sono state controllate tutte le persone che sono venute in contatto con le sei persone infette. L'area colpita dall'emergenza comprende 10 Comuni: Codogno 15.900 abitanti, Castiglione d'Adda 4 646, Casalpusterlengo 15 293, Maleo 3.098, Fombio 2.317, Bertonico 1.118, Castelgerundo 1 498, Terranova dei Passerini 927, Somaglia 836 e San Fiorano 1.839. I residenti di questi comuni sono stati invitati a restare in casa. Tra un ora si terrà un incontro con i medici del Lodigiano e tutti i referenti del sistema sanitario Lombardo. Il ministro Speranza ha annunciato che sarà attivata un'ordinanza a scopo preventivo: saranno quindi sospense le attività pubbliche, commerciali e lavorative. Saranno sospese, anche, le attività sportive ed educative. 

«Abbiamo continuato a lavorare in maniera costante - afferma assessore Gallera-. La prima unità mobili ha effettuato 120 tamponi su 160 dipendenti dell'azienda Unilever operativi all'area sviluppo. Sono stati effettuati test al personale sanitario, circa 70 persone, e anche a tutti i contatti diretti dei primi casi: 149 persone totali»

I SEI CONTAGIATI - Il contagio è partito dal caso 0: un uomo rientrato dalla Cina (21 gennaio) e che attualmente non presenta sintomi (i test sono negativi). Il caso zero è entrato in contatto con il 38enne (il paziente 1' arrivato, ieri sera giovedì 20 febbraio, all'Ospedale di Codogno). Ad essere contagiata è stata anche la moglie del 38enne e il ragazzo che fa parte dello stesso gruppo podistico della coppia. A questi si aggiungono altre tre persone tra i 70 e 80 anni che frequentavano lo stesso bar anche dal padre del podista 

L'assessore Pietro Foroni ha ricordato che la Protezione Civile Lombarda sta intanto individuando strutture idonee ad eventualmente ospitare persone da mettere in quarantena: «Stiamo verificando strutture civili, anche militari ed ex-militari idonee per ospitare eventuali quarantene. Sono state individuate due strutture su Milano e Piacenza».

Il Tavolo di coordinamento regionale è sempre aperto, ha infine precisato il presidente Fontana, «siamo pronti a reagire a qualunque evenienza. Abbiamo assunto provvedimenti che non devono essere intesi come qualcosa che possa spaventare ma come qualcosa che può bloccare l'epidemia».


CHIAMARE IL 112 - I cittadini residenti nei 10 Comuni coinvolti, a scopo precauzionale, dovranno restare chiusi in casa ed evitare contatti esterni. In caso di sospetto contagio chiamare il 112.  

CORONAVIRUS - Identificato a Wuhan, in Cina, per la prima volta alla fine del 2019, il SARS-CoV-2, è un nuovo ceppo virale che non è stato precedentemente mai identificato nell'uomo, ed è la malattia respiratoria che provoca Covid-19. I coronavirus (CoV) sono un’ampia famiglia di virus respiratori che possono causare malattie da lievi a moderate, dal comune raffreddore a sindromi respiratorie come la MERS (sindrome respiratoria mediorientale, Middle East respiratory syndrome) e la SARS (sindrome respiratoria acuta grave, Severe acute respiratory syndrome). Sono chiamati così per le punte a forma di corona che sono presenti sulla loro superficie.

Per maggiori informazioni consultare il sito https://www.regione.lombardia