Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Lanzani nuova preside del Cavalleri: "Internazionalizzazione e studenti al centro"

Dopo un anno di reggenza, il liceo Claudio Cavalleri di Parabiago ha una nuova dirigente scolastica. La nuova preside è Chiara Lanzani, laureata in Lettere, per anni professoressa al liceo Legnani di Saronno e con un'ampia esperienza sulle tecnologie didattiche, acquisita in centri di rilievo.

La nuova dirigente è arrivata all'istituto di via Spagliardi a settembre. «Mi fa davvero piacere essere qui, per me è come essere a casa - commenta la neo preside Lanzani -. Essere in un liceo è in continuità con il mio percorso professionale. Credo molto nell'istruzione e quella liceale, in particolare, è quella a me più affine. Qui al Cavalleri, poi, si respira un'atmosfera di famiglia, con molto attaccamento di tutto il personale alla scuola. Ho trovato collaboratori molto validi e con grande passione per il loro lavoro».

Il liceo Cavalleri ha una popolazione scolastica in crescita: sono 1197 gli alunni iscritti per l'anno scolastico 2019 / 2020. E quattro gli indirizzi proposti: linguistico, scientifico, scienze applicate e scienze umane.

Nelle intenzioni della nuova dirigenza c'è quella di puntare molto sull'internazionalizzazione (non solo per il liceo linguistico, ma per tutti gli indirizzi attraverso scambi culturali, stage all'estero, certificazioni linguistiche, progetti europei, ecc), mettere lo studente al centro della didattica, potenziare l'area scientifica (con laboratori e riorganizzazione del tempo scolastico con classi parallele studiate ad hoc sui vari livelli dei ragazzi), attivare corsi di tipo artistico per tutti gli indirizzi, porre attenzione sull'orientamento in uscita e utilizzare canali di comunicazione innovativi con i ragazzi (oltre alla pagina Facebook, anche Youtube, Instagram e Telegram). «Il liceo si sta muovendo verso la cittadinanza consapevole dei ragazzi - spiega la dirigente Lanzani - con progetti per educare alle diversità (tra cui anche un progetto europeo sulla disabilità), all'ambiente, ad un'alimentazione più sana e al rispetto delle donne».

Rimangono, però, alcuni dei problemi che da sempre il Cavalleri si trascina. Su tutti quello degli spazi. Nonostante il nuovo plesso di Parabiago sia ora completamente attivo e funzionante, rimane da completare l'auditorium interno. Proprio questo luogo sarebbe uno spazio di aggregazione fondamentale per la scuola e per la città. Il sindaco Raffaele Cucchi, che è anche consigliere metropolitano di opposizione, aveva gettato nuovamente una luce sulla questione la scorsa estate, ribadendo la disponibilità del Comune a mettere a disposizione 500mila euro per l’allestimento interno della sala. Per ora, come ci ha poi confermato il primo cittadino, tutto è ancora in stand-by: gli interventi rimangono tra i progetti finanziabili solo nel 2020. Buone notizie, invece, sul fronte dei vialetti interni che necessiterebbero di essere riasfaltati in modo da poter essere utilizzati dagli studenti con disabilità. Il liceo è in contatto con Città Metropolitana, che dovrebbe intervenire al più presto.

(Chiara Lazzati)