Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Al "Leonardo da Vinci" un laboratorio di fumetto dedicato al genio da Vinci

Si è concluso in questi giorni il laboratorio di fumetto dedicato a Leonardo Da Vinci in occasione del cinquecentenario della morte e rivolto agli studenti della scuola secondaria di primo grado di Castellanza, che porta il suo nome.

Si è trattato di un percorso didattico realizzato in collaborazione con l’Associazione Culturale “Spazio Arte Carlo Farioli” di Busto Arsizio e condotta dal noto fumettista Tiziano Riverso. Ha visto coinvolte 5 classi, tutte le classi prime e la classe 3 A che, nello scorso anno scolastico, era stata scelta come classe pilota per avviare una prima sperimentazione dedicata all’arte del fumetto.

        I ragazzi si sono cimentati nelle riproduzione di vari disegni dedicati a Leonardo ottenendo ottimi risultati. Il laboratorio rientra tra le iniziative promosse dall’Amministrazione Comunale all’interno del Piano Diritto allo Studio e rappresenta un valido esempio di collaborazione tra scuola, Comune e realtà del territorio.

“Con questo progetto – dichiara la Consigliera delegata all’Istruzione, prof.ssa Rosangela Olgiati - si è voluto suscitare l'interesse dei ragazzi nei confronti di Leonardo coinvolgendoli non solo come spettatori, ma come parte attiva di un'iniziativa in cui hanno avuto modo di esprimere la loro fantasia e creatività. Lo stesso criterio anima la proposta rivolta alle classi 5° della primaria che al Museo della Scienza e della Tecnica di Milano parteciperanno a dei laboratori dedicati alla pittura e allo spazio”.

“Il fumetto – dichiara il dirigente scolastico dell’Istituto, prof. Giuseppe Rizzo - spesso erroneamente considerato come un genere ludico di puro intrattenimento, ha grandi potenzialità espressive, artistiche, letterarie e linguistico-pedagogiche. La cosiddetta “nona arte” è infatti uno strumento
didattico, riconosciuto dalla comunità scientifica, capace di motivare, coinvolgere, facilitare la comprensione e l’apprendimento degli studenti, promuovere lo sviluppo di capacità cognitive e comunicative, e rafforzare i rapporti interpersonali tra studenti e adulti”.

Il progetto avrà come momento culminante l’allestimento di una mostra, all’interno dei locali della scuola, con i lavori realizzati dagli studenti. Essa sarà visitabile tutti i giorni dal    lunedì al venerdì dalle ore 14.30 alle 17.00 dall’11 novembre al 22 novembre
Lunedì 11 alle ore 14.30 ci sarà un momento inaugurale presso la sede della scuola media alla presenza delle Autorità.

Tutti i genitori dell’Istituto Comprensivo, nonché tutti i cittadini sono invitati a visitare la mostra per apprezzare quanto realizzato dai ragazzi.