Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Istituto Bernocchi: Mostra sulla migrazione dei lavoratori itaiani

 Per tutto il mese di dicembre al Bernocchi è visitabile la mostra "Erranti nel mondo a cercar fortuna" appartenente all'Eco Istituto di Cuggiono.

http://win.ecoistitutoticino.org/emigrazione/vicenda_migratoria_mostra.htm

La mostra racconta la complessa storia dell'emigrazione italiana nel mondo durata non meno di un secolo (1876-1976).

Ventisette milioni di italiani espatriarono in un periodo di cento anni andando a popolare le regioni più inospitali del pianeta, contribuendo in maniera decisiva allo sviluppo di continenti e singoli paesi lontani. E di questi quattro milioni erano clandestini.

Gli Usa ricevettero 5 milioni e mezzo di emigranti italiani, la Francia 4 e mezzo, la Svizzera 4 milioni, l’Argentina 3 milioni, la Germania 2 milioni e mezzo, il Brasile 1 milione e mezzo, il Canada 600mila, il Venezuela 300mila. Oggi le persone con cognome italiano fuori dall’Italia sono 110 milioni.

      I nostri emigranti lavorarono nelle peggiori condizioni immaginabili, nelle foreste del Nord America, nelle piantagioni di caffè in Brasile, nelle miniere del Belgio e della Svizzera, a posare binari ferroviari negli Stati Uniti… dovunque ci fosse un lavoro mal pagato che le popolazioni locali rifiutavano.

La mostra si inserisce nel progetto proposto dal Laboratorio di Storia del Bernocchi che ha come tema “L'invenzione delle razze”, contro ogni forma di xenofobia e razzismo.

Gruppo del Centenario Bernocchi