Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Vigili del Fuoco, #Scioperoesoccorso: «Siamo in emergenza»

In tutta la Lombardia sono operativi 2896 Vigili del Fuoco, ossia 1 ogni 3.400 abitanti, contro una media europea di 1 ogni 1.000 abitanti. C'è preoccupazione tra i Vigili del Fuoco in protesta per denunciare le precarie condizioni del soccorso tecnico urgente in regione Lombardia. Proprio ieri, lunedì 2 dicembre, i sindacati confederali CGIL CISL UIL di categoria hanno spiegato le motivazioni della protesta #Scioperoesoccorso che coinvolge anche il distaccamento di Legnano.  

        In generale sono ritenute insufficienti le sedi presenti sul territorio: 54 terrestri e 4 aeroportuali (Malpensa, Linate, Orio al Serio, Montichiari). «L'obiettivo è continuare a tenere alta l’attenzione del Governo e della politica sulle gravi problematiche che attanagliano da sempre i lavoratori e le lavoratrici del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco - hanno spiegato i sindacalisti -. La protesta di questi bistrattati “operatori del soccorso” prosegue con le conferenze stampa territoriali che si svolgeranno presso i Comandi di ogni capoluogo di regione». Come spiegano i sindacati le vertenze attive sono rivolte al riconoscimento della reale specificità e alta professionalità dei Vigili del Fuoco oltre ad un «consistente potenziamento degli organici finalizzato a prestare un idoneo servizio sul territorio a tutela della sicurezza sia dei cittadini sia degli operatori stessi».

A seguito della protesta unitaria di CGIL CISL UIL, tutti gli schieramenti politici hanno presentato emendamenti a favore dei Vigili del Fuoco con lo scopo di una corretta valorizzazione stipendiale e previdenziale e di una tutela assicurativa in caso di infortunio sul lavoro e malattie professionali correlate ad esso. «Oggi è fondamentale proseguire su questa strada affinché tali atti normativi siano formalizzati da parte del Governo nella prossima Legge di Bilancio - affermano infine i sindacalisti -. È tempo di tradurre in concreto le promesse governative e politiche in conseguenza delle rivendicazioni legittime che la nostra categoria reclama ormai da troppo tempo. Per questi motivi i Vigili del Fuoco chiedono alla cittadinanza di essere sostenuti nelle loro vertenze e messi nelle condizioni di garantire un soccorso tecnico urgente efficiente ed efficace in termini di organici, automezzi, attrezzature e sedi di lavoro».

(Gea Somazzi)