Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Auchan-Conad, confermato lo sciopero all'antiviglia di Natale

Mobilitazione davanti al Pirellone all'antiviglia di Natale. A manifestare saranno i lavoratori dell'ex Auchan, tra cui quelli di Rescaldina e Nerviano, che lunedì 23 dicembre, scenderanno in via galvani a Milano per difendere il loro posto di lavoro. 

La conferma è arrivata al termine dell'incontro di martedì 17 dicembre, che ha visto i sindacalisti di Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs sedersi al tavolo del Mise con i rappresentanti di Margherita Distribuzione SpA. In questa sede le parti non sono  riuscite a trovare un punto d'incontro e lo sciopero sotto le festività natalizie non è stato annullato. 

«I rappresentanti di parte aziendale si sono trincerati dietro slogan di circostanza e hanno confermato la loro chiusura spiega Alessio Di Labio segretario Nazionale della Filcams Cgil -. È indispensabile chiarire, quanto prima: quale sarà l’impegno di Conad per offrire alternative occupazionali alle lavoratrici ed ai lavoratori attualmente occupati e che subiranno delle riduzioni in termini di superficie di vendita come Rescaldina. E poi quale sarà il destino dei format non compatibili col sistema organizzativo e quale sarà l’impegno delle Cooperative di sistema?»

Il Ministero, a questo punto, ha invitato a gestire gli esuberi con gli strumenti di ammortizzazione sociale a carattere collettivo e condivisi con i sindaci e i rappresentanti delle Regioni coinvolte (Veneto, Campania, Puglia, Piemonte, Abruzzo, Lazio e Lombardia). «Questa è una situazione gravissima – conclude Di Labio – la condotta aziendale è inaccettabile, non si può pensare di acquisire un Gruppo che nel 2018 ha realizzato circa 4 miliardi di euro senza sapere bene cosa farne».

(Gea Somazzi)